pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
IL DANNO (ZERO SOLDI) E LA BEFFA (AUTONOMIA OUT), “COMPLIMENTI” FONTANA-SALVINI!

“Una base di discussione seria, secondo il governatore lombardo, parte dal fatto che “non si sposta un euro da chi chiede piu’ autonomia nel pieno rispetto della Costituzione e chi non l’ha ancora chiesta o la chiedera'”. “Il nostro residuo fiscale – ha sottolineato – oggi e’ di 54 miliardi di euro e purtroppo rimarra’ tale”.

Per due anni hanno illuso i lombardi, oggi dichiarano senza vergogna che l’autonomia promessa (ma mai fatta) sarebbe una roba di questo tipo.
Questo è il frutto di 30 anni di chiacchiere su autonomia, federalismo e “secessione” da chi, facendo gli interessi di Roma, amministra la Lombardia.

Alla fine della fiera: il NULLA.

Non meritiamo questo, non meritiamo di essere schiavi e presi in giro.

http://www.affaritaliani.it/milano/autonomia-fontana–riforma-avvantaggia-non-solo-il-nord-ma-italia-621952.html?refresh_ce
pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
LOMBARDIA: LA PIU’ SCHIAVIZZATA D’EUROPA

“Il 76% delle tasse raccolte finisce nelle casse dello Stato
Da notare, inoltre, la distribuzione del gettito tra i vari livelli di governo. Su un totale nazionale di 9.168 euro, ben 7.672 euro finiscono nelle casse dello Stato centrale (pari all’83,7 per cento del totale) e solo 1.495 euro pro capite (pari al 16,3 per cento) confluiscono alle Regioni e agli Enti locali (Comuni, Province e Comunità montane).
Non sorprende, quindi, che, di fronte a simile pressione fiscale, Lombardia e Veneto stiano lottando per ottenere l’autonomia differenziata”.

https://www.investireoggi.it/fisco/tasse-la-lombardia-e-la-regione-piu-tartassata-ditalia/?fbclid=IwAR3L7z_3qwOCFSOpKGmgwY3kQyYDCtaCKJuEZ-cGMF1tI9qeZFfduAkIZZQ
pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
CADUTO UN GOVERNO, L’AUTONOMIA RESTA DA FARE!

Le faccende e gli scenari conseguenti alla formale apertura della crisi di governo italiano, così come le diatribe andate in scena (è proprio il caso di dirlo) ieri nel Senato romano, ci interessano ben poco se non per quanto riguarda le dirette conseguenze che esse porteranno nella vita di noi Lombardi.
Di una cosa però è opportuno prendere atto: le parole AUTONOMIA e REGIONALISMO differenziato sono ieri SPARITE dal dibattito parlamentare e mediatico, non sono state, da chiunque senza distinzione partitica, nemmeno pronunciate come semplice pretesto come accadeva nei mesi scorsi e la sensazione è che la politica italiana non ne vedesse l’ora.

Tuttavia ancora oggi l’ESITO del REFERENDUM LOMBARDO del 22 ottobre 2017 rimane un dato scolpito e quindi incancellabile, ancora oggi le legittime richieste di AUTOGOVERNO e di decentramento da parte dei Lombardi rimangono dei diritti inalienabili e quindi improcrastinabili.

La partita non è ancora conclusa, semplicemente la palla è tornata definitivamente nella nostra metà campo, perché i partiti italiani fanno tutti l’interesse di Roma.
Necessario adoperarsi per il bene della Lombardia: solo l’Indipendenza assicura il futuro.
pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
A ROMA STANNO A GUARDARE, QUAL E’ LA NOVITÀ?

“A livello nazionale scontiamo le carenze di una politica economica inefficace non in grado di dare risposte alle imprese e di stabilire fiducia”

È così difficile capire cari imprenditori lombardi che lo stato e la politica italiana sono irriformabili e dannosi?

https://www.ilsole24ore.com/art/industria-lombardia-retromarcia-la-prima-volta-sei-anni-ACP6A6b?fbclid=IwAR3sUMiPcjJPsEachGxj6ktR5wppYhPQ4xNf6IgY4fqWbPLpzBvlI8OhM3k
pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
NON È UNO SCHERZO, LO DICONO DAVVERO.

L’Autonomia è ferma al palo DA ANNI e i finti litigi Salvini e Di Maio distraggono l’attenzione.
Per i vari salva sud e le assunzioni statali che penalizzano la Lombardia invece (anche questo governo) trova sempre modo e tempo per intervenire.
La situazione sarebbe comica se non ci fosse in ballo il prossimo futuro dei lombardi.

Perché governo e partiti italiani MAI faranno gli interessi della Lombardia, per questo la Lombardia merita una rappresentanza lombarda.
pro Lombardia Indipendenza
pro Lombardia Indipendenza
FUSIONI DEI COMUNI:
IL GIOCO DELLE TRE CARTE

I partiti italiani da anni si fanno in quattro per le fusioni: alla prova dei fatti il solito gioco delle tre carte all’italiana.

Più fusioni equivale sempre a MENO RISORSE senza contare i TAGLI in corso d’opera.
Questo chiaramente per i virtuosi comuni lombardi, per i furbi tipo Roma ogni governo HA invece sempre un SALVATAGGIO nella manica.

Per la Lombardia l’unica cosa da tagliare è l’invadenza dello stato italiano.

https://giornaledimantova.it/attualita/il-governo-taglia-i-fondi-per-i-comuni-mantovani-nati-da-fusioni/